CHI "GESTISCE "I POPOLI DEL MONDO? LE RELIGIONI ? L' ISLAM O IL CRISTIANESIMO ? ALLAH O JAHVE' , CHIAMATO GEOVA? MAOMETTO O GESU'? O FORSE SATANA ?

Belle domande. Alle quali nessuno, almeno finora , ha saputo, o voluto, dare risposte concrete dimostrabili e credibili. La conferma, in merito, ci sembra la stiano dando tutte le proposte con cui si dice di fermare la "falsa migrazione" in Europa con azioni di guerra , e ciò senza neanche ipotizzare, ad esempio, la possibilità di bloccare il mercato mondiale degli strumenti bellici venduti a chi organizza e controlla gli "invasori".

Noi proveremo a rispondere, cercando di suscitare possibili riflessioni, con opportune ricerche sugli interrogativi del titolo. Ma ciò, ovviamente , senza voler nulla togliere all' idea o alla convinzione di chi ritiene che sia attiva nel pianeta Terra l' azione di un creatore unico universale non conoscibile.

Col prossimo intervento, però, proporremo altre domande

 

A nostro avviso, comunque, il mondo non ha bisogno di chi crede di poter "comandare", o "reagire", con violenza reciproca, ma solo di chi sa proporre e coordinare la conoscenza e la riflessione sul senso della vita nel pianeta Terra, da parte delle diverse popolazioni mondiali, e del conseguente rispetto reciproco fra gli umani. Si tratta, insomma, di un problema "culturale" che, però, non pare susciti molti consensi per motivazioni tutte soggettive. Il problema, inoltre, non può riguardare solo il nostro mondo perché nello sconfinato universo ci saranno sicuramente migliaia di altri pianeti abitati con gli stessi problemi.

COMINCIAMO DALLE RELIGIONI


Premessa

Per evitare ogni possibile interpretazione personalistica su quanto diremo in seguito ci appare doveroso precisare ulteriormente che questo 1° intervento non è finalizzato ad esprimere la nostra personale scelta di una possibile o ipotetica soluzione della problematica che sta quasi sconvolgendo la vita di tutti gli abitanti terrestri.

Lo scopo è solo quello di promuovere conoscenza e riflessione proprio sul senso della vita che, almeno per quanto ci appare, non suscita molta attenzione. Non è compito facile ; non solo dal punto di vista concettuale , ma anche per la difficoltà di utilizzare le possibili "fonti" culturali , mistificate e mistificanti, della conoscenza necessaria. La nostra indagine ha incontrato interpretazioni spesso in contrasto fra loro ed incoerenti. Speriamo di essere riusciti a compilare una sintesi sufficiente a far riflettere. Chi volesse collaborare a tal fine sarà ben accetto.

Le religioni utili


Nel mondo i 7 miliardi di abitanti si dividono in 30.547 religioni, dottrine, scuole filosofiche, credenze, sette, culti tribali, che si distinguono in due settori :

a) quelle Rivelate dai Profeti e organizzate   con Leggi e Dogmi : il Cristianesimo, l'Islamismo , e l'Ebraismo.;

b) quelle NaturalI che adottano comportamenti etico-sociali di senso comune, cioè senza Leggi, Dogmi e norme scritte da rispettare comunque.


Nel nostro caso quelle che interessano sono il Cristianesimo e l' Islamismo , le quali, rispettivamente , sono state considerate rivelate da Cristo e da Maometto, come profeti , cioè incaricati da Dio a rappresentarlo sulla Terra.

Non parliamo , per questa occasione, dell' Ebraismo, che ha per Profeta Mosè, ma che si distingue dalle prime due per il rispetto dei principi fissati con un 'altra Bibbia chiamata Torah .


Tutte e tre, comunque, hanno, due elementi in comune :

-- 1) l' impossibilità dell' uomo , o la sua insufficienza o incapacità a risolvere tutti i problemi della sua vita materiale e/o di pensiero; In tali casi non gli resta che la speranza di affidarsi ad un' entità superiore , cioè, Dio o altre entità sconosciute , a cui poter chiedere aiuto. La conferma l' ha data anche Papa Ratzinger nell' Enciclica "Spe salvi" , sostenendo , con apparente paradosso , che la Fede è proprio l' effetto di tale speranza.

-- 2) il monoteismo , cioè l' adorazione di un solo Dio, a cui tutti si affidano.

C'è, però, anche chi , come il filosofo Feuerbach , ha sostenuto, con una battuta, che "non è Dio che ha creato l' uomo, ma l' uomo che ha creato Dio" affidandogli compito e potere di risolvere i suoi problemi . Con ciò scaricandosi delle sue responsabilità naturali..

Lo scienziato A. Einstein non è da meno : " Per me, la parola Dio non è niente di più che un’espressione e un prodotto dell’umana debolezza, e la Bibbia è una collezione di onorevoli ma primitive leggende, che a dire il vero sono piuttosto infantili. "

Al contrario, però, non si può negare che molti contenuti e suggerimenti del "testo sacro"   sono tuttora validi e utilizzabili per l vita sociale dell' umanità, basta leggere i proverbi della Bibbia.

Dopo questa estrema sintesi , finalizzata a suscitare attenzione e riflessione, torniamo al titolo per dire che Cristianesimo e Islamismo , pur se in apparenza , potrebbero avere finalità culturale , ma non concreta, di pensare a "dominare"anche buona parte del pianeta, non hanno, però, a nostro avviso, i connotati pratici di "divinità" per aspirare a tale dominio ordinato da un qualunque Allah al quale potrebbe bastare uno schioccar di dita per regolamentare non solo la Terra , ma tutto l' universo. Ha ragione , dunque, chi dice che ciò che sta accadendo in medio oriente e in Europa non sia una guerra di religione.

Il motivo deve essere un altro . Anche perché , come vedremo, le due religioni sono divise da un'enorme contraddizione: il Dio islamico è lo stesso del Dio cristiano , il quale avrebbe rinnegato Cristo per affidarsi a Maometto. Però mentre Allah ordina violenze ed uccisioni di chi non lo rispetta , il Dio Geova cristiano chiede tutto l' opposto. Allora chi dei due comanda di più? Nessuno lo sa. Neanche un ignoto pensatore ne dà la spiegazione dicendo che i due Creatori sono:

- Due cose una sola origine. Differisce in nome, la sua identità è mistero. Mistero di tutti i misteri, la porta di tutti gli arcani.-


Diventa chiaro come   da questa condizione potrebbe venire il dubbio che nessuna  delle azioni dell'uomo sulla Terra sia controllata , e/o gestita, da un ipotetico potere divino; tutte cioè, sarebbero, solo frutto della sua personale capacità di pensiero e di intelligenza insita nella natura umana, di cui , però, non si conosce l' origine concreta di provenienza.

Ma la cronaca non condivide.

Magdi Cristiano Allam, (giornalista di origine islamica italianizzato) sintetizza così, su il Giornale, il suo commento agli attentati di Bruxelles .

"Guerra prescritta da Allah e Maometto"" " È una guerra scatenata da un terrorismo islamico che attua letteralmente e integralmente ciò che Allah prescrive nel Corano e ciò che ha detto e ha fatto Maometto"…... "È ora di riscattarci. Cominciamo ad acquisire e a diffondere informazione corretta. Cominciamo a contrastare una cultura e una classe politica che favoriscono l'   islamizzazione… demografica e l'infiltrazione del terrorismo islamico in Europa".

E poi conclude che la maggioranza dei clandestini che arrivano dalla Libia e dalla Turchia sono islamici che applicano il Corano. C'è, dunque , il timore che il Dio cristiano abbia "adottato" Maometto 7 secoli dopo Cristo? Insomma , anche Magdi sembra credere all' esistenza concreta di Allah e Maometto di cui la storia non ufficiale dice che prima di essere nominato profeta da Allah pare sia stato un poco di buono con numerosi delitti , oltre a "gestire" insieme mogli e concubine.In merito, però , non abbiamo trovato documenti attendibili. Perciò, come si dice a battuta :""qui lo dico e qui lo nego"


Purtroppo allla  reazione bellica contro chi sta emirando verso occidente ,sembra che non manchi il sostegno "politico" dell 'Onu, delll'Unione Europea e della Chiesa, nonché sul fatto che si dovrebbero spalancare le nostre frontiere. Condividono l' accoglienza Il Presidente Juncker, Papa Francesco , il Presidente Mattarella, e pure Emma Bonino. Ma , ancora purtroppo, non sono soli. Il Presidente Renzi , invece, pare sia indeciso a pronunciarsi. Questa "accoglienza" , però, alla fine, potrebbe confermare, appunto, che non si tratta di una guerra di religione. A tal punto, dunque, ci sembra opportuno e necessario sintetizzare la differenza fra i comandamenti delle due religioni.

 

LA CRISTIANITA' E L' ISLAM

 

Partiamo dalla volgarizzazione semplificatrice dei 10 comandamenti della religione cristiana

Io sono il Signore Dio tuo: 

1. Non avrai altro Dio fuori di me.
2. Non nominare il nome di Dio invano.
3. Ricordati di santificare le feste*.
4. Onora il padre e la madre.
5. Non uccidere.
6. Non commettere atti impuri.
7. Non rubare.
8. Non dire falsa testimonianza.
9. Non desiderare la donna d'altri.
10. Non desiderare la roba d'altri.

* Nota sul terzo comandamento : [ - La Bibbianondice "le feste", ma "il giorno del riposo", "il settimo", ossia la nostra domenica -]

Dall' Esodo 20:2-17: Leggiamo ora i dieci comandamenti ( con spiegazioni) secondo la sacra bibbia, Parola di Dio.

- 1) "Io sono il Signore, il tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d'Egitto, dalla casa di schiavitù.Non avere altri dèi oltre a me.
-
2)Non farti scultura, né immagine alcunadelle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra.Non ti prostrare davanti a loro e non li servire, perché io, il Signore, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l'iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso bontà fino alla millesima generazione, verso quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.
- 3)Non pronunciare il nome del Signore, Dio tuo, invano; perché il Signore non riterrà innocente chi pronuncia il suo nome invano.
- 4)Ricordati del giorno del riposo per santificarlo. Lavora sei giorni e fa' tutto il tuo lavoro, ma      il settimo è giorno di riposo, consacrato al Signore Dio tuo.
- 5)Onora tuo padre e tua madre, affinché i tuoi giorni siano prolungati sulla terra che il Signore,  il tuo Dio, ti dà.
- 6)Non uccidere.
- 7)Non commettere adulterio.
- 8)Non rubare.
- 9)Non attestare il falsocontro il tuo prossimo.
- 10)Non desiderarela casa del tuo prossimo; non desiderare la moglie del tuo prossimo, né il suo servo, né la sua serva, né il suo bue, né il suo asino, nécosa alcuna del tuo prossimo.

I "pilastri" degli islamici e i comandamenti dell' isis

I musulmani fondano la propria vita su cinque pilastri:

1. - la testimonianza della propria fede: vi è un solo Dio, Allah, e Muhammad (Maometto) è il suo messaggero e profeta.
2. - la preghiera: ogni giorno ve ne sono cinque.
3.- le offerte: bisogna donare ai poveri, in quanto tutto ci è stato dato da Allah.
4 - il digiuno: tutti i musulmani devono digiunare durante il Ramadan, il nono mese del calendario islamico.
5.- Hajj : il pellegrinaggio alla Mecca, da fare almeno una volta nella vita, durante il dodicesimo mese del calendario islamico.

Questi, invece, i comandamenti della jihad (guerra santa)

L’Isis ha diffuso via Twitter i dieci comandamenti delterrore, che devono essere seguiti dai suoi seguaci per combattere la jihad e imporre la parola di Allah sul mondo. Ma l’elenco è stato già rimosso, così come il profilo che l’ha diffuso. Il decimo comandamento dell’ Isis spiega il compito finale dei sostenitori dell’organizzazione: la diffusione della religione islamica come interpretata da al-Baghdadi.(scuola coranica): Tutto il mondo andrà istruito in questo modo, e per evidenziare questa missione il decimo comandamento è diffuso con un’immagine che ritrae i miliziani in mezzo ai bambi (film per ragazzi con cartoni animati di Disnej).

- 1. Dare aiuto perché la parola di Allah domini il mondo.   -   Questo primo comandamento è stato diffuso con labandiera nera dell’Isis, per affermare come il califfato sia il vero interprete del messaggio del Profeta Maometto.
- 2. Respingere l’attacco di tutti coloro che aggrediscono i musulmani.  
- 3. Fare paura agli infedeli, umiliandoli.     .
- 4. Allontanare gli idolatri e i deviazionisti dalla comunità dei musulmani    
- 5. Smascherare gli ipocriti
- 6. Liberarci tutti dai peccati   .
- 7. Diventare martiri per amore di Allah   .
- 8. Unire la comunità dei musulmani nell’unicità di Allah     -   Nell’ottavo comandamento l’Isis proclama di essere l’unica rappresentante della volontà di Allah, per guidare incontrastata il mondo islamico.
- 9. Offrire prodotti e servizi di cui i musulmani hanno
- 10. Diffondere con saggezza e  ragione la via di Allah

A noi non sembra difficile definire impossibile la finalità del decimo comandamento. Comunque , chi vivrà vedrà.                                  

 

Comparazione Corano / Bibbia

 

- Jihad per il Regno di Allah : La Jihad è la "guerra santa" contro gli infedeli. L'Islam ha come scopo la conquista territoriale per instaurare un governo islamico con la sharia (legge coranica).
-Gli infedeli : Il Corano esorta a diffidare degli infedeli (compresi ebrei e cristiani) e a ucciderli.
Sure 5:54; 47:4; 9:29,123,216.

 

Gli infedeli e i nemici (secondo la Bibbia)

Amate i vostri nemici, benedite coloro che vi maledicono, fate del bene a quelli che vi odiano, e pregate per quelli che vi maltrattano e che vi perseguitano.

Esodo 23:3-4; Matteo 5:44. Luca 6:27,35; Romani 12:14; 1 Pietro 3:9.

 

il concetto di Dio


Nell' islam :

Per un musulmano, Allah è l’Onnipotente, il Creatore e il Sostenitore dell'universo, niente è simile a Lui e nessuno è paragonabile a Lui. Il Profeta Maometto interrogato in merito ha risposto:

In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso “Dì : Egli Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato, e nessuno è eguale a Lui”. [Corano 112:1-4]

NeNel  Cristianesimo

Il racconto della rivelazione a Mosè del Nome proprio di Dio si trova in Esodo 3, 13-15:

“Allora Mosè disse a Dio: "Ecco, io vado dai figli di Israele e dico loro: Il Dio dei vostri padri mi ha mandato a voi! Ma se essi mi domandano qual è il suo nome, che cosa risponderò?". Dio disse a Mosè: "Sono Colui che sono". E aggiunse: "Ai figli di Israele dirai: "Io-Sono", mi ha mandato a voi". Dio disse ancora a Mosè: "Ai figli di Israele parlerai così: "Jahvè" , Dio dei vostri padri, Dio di Abramo, Dio di Isacco e Dio di Giacobbe mi ha mandato a voi. Questo è il mio nome in eterno, questo è il mio ricordo per sempre"”

 

La funzione tentatrice di Satana

 

Sia il Cristianesimo che l' Islam concordano che si tratta di un angelo ribelle a Dio spedito dalla "sede celeste" sulla Terra dove, come entità maligna, in collaborazione con altre entità demoniache, starebbe combattendo Dio e la sua funzione creando nel mondo disagi, disgrazie , malattie , sconvolgimenti tellurici, e quant 'altro di brutto si sta verificando da parecchi anni comprese le migrazioni attuali che appaiono prive di motivazioni credibili , ma ricche di ignoranza e irrazionalità umana.

In merito intervengono anche i "testimoni di Geova" i quali sulla base di quanto si legge nella Bibbia ( rivelazione 12.12 ) Satana , nel tempo che stiamo vivendo , starebbe sfogando la sua rabbia perché sa che dopo l' ultima profezia sarà eliminato da Dio Geova per sempre.

In tal senso sono d’accordo anche due autorevoli giornalisti di problematiche religiose Paolo Brosio e Antonio Socci secondo i quali nel 2017 scadrebbe il secolo concesso all' azione terrestre di Satana, dopo di che scatterebbe l' Apocalisse con la distruzione quasi totale degli abitanti in Terra, come sarebbe stato annunciato nella seconda parte del terzo segreto di Fatima.
Mentre Padre Dolindo Ruotolo , "Servo di Dio" candidato alla santità , ha scritto che
Satana ha per fine di screditare Dio e di far apparire come una fresca e deliziosa spensieratezza la vita del mondo, e come un'oppressione la vita dello spirito.                                                                  (continua)

……………..

Fonti - : Il Corano, La Bibbia, Tabella comparativa di Christine Schirrmacher, Tabella comparativa di Factum 3-4 1997, e vari documenti trovati su internet. Il riferimento di alcune Sure ( capitoli) può variare di qualche versetto, dipende dalla versione. Traduzione e compilazione di Sandro Ribi Sandro Ribi

(